letteratura greca


Siamo all’inizio della guerra del Peloponneso – Atene è al massimo della sua potenza –: alla fine del primo anno Pericle commemora, secondo la tradizione della città, i caduti ateniesi. Con grande maestria Tucidide utilizza questa occasione per far comprendere al lettore come gli Ateniesi “vivevano” l’éthos della loro città.  

Pericle, elogio della democrazia. Dalle Storie di Tucidide


Traduzione di Patrizia Mureddu Messa in voce di Gaetano Marino Patrizia Mureddu, Università di Cagliari, presenta E ragionar d’amore, rileggendo Il Simposio di Platone sostieni Quarta Radio con una libera donazione  Università di Cagliari – Facoltà di Studi Umanistici, Dipartimento di Filologia Letteratura Linguistica E RAGIONAR D’AMORE Rileggendo il Simposio di […]

Heros Androgino, dal Simposio di Platone, il discorso di Aristofane