Tonache di Montelusa, i fortunati. Una novella di Luigi Pirandello


Tonache di Montelusa, i fortunati. Una novella di Luigi Pirandello
Luigi Pirandello, Novelle per un An...

 
 
00:00 / 28:33
 
1X
 

Messa in voce di Gaetano Marino – Musiche di Simon Balestrazzi

[…] Ah, quelle quattro sorelle! quelle quattro sorelle! Lo avevano sempre malvisto, fin da piccino, anzi propriamente non lo avevano mai potuto soffrire, forse perché unico maschio e ultimo nato, forse perché esse, poverette, erano tutt’e quattro brutte, una piú brutta dell’altra, mentre lui bello, fino fino, biondo e riccioluto. La sua bellezza doveva parer loro doppiamente superflua, sí perché uomo e sí perché destinato fin dall’infanzia, col piacer suo, al sacerdozio. Prevedeva che sarebbero avvenute scene disgustose, scandali e liti al momento della divisione ereditaria. Già i cognati avevano fatto apporre i suggelli alla cassaforte e alla scrivania nel banco del suocero, morto intestato. […]