Pane nero. Una novella di Giovanni Verga


Pane nero. Una novella di Giovanni Verga
Giovanni Verga, tutte le novelle

 
 
00:00 / 1:12:26
 
1X
 

Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Appena chiuse gli occhi compare Nanni, e ci era ancora il prete colla stola, scoppiò subito la guerra tra i figliuoli, a chi toccasse pagare la spesa del mortorio, ché il reverendo lo mandarono via coll’aspersorio sotto l’ascella. Perché la malattia di compare Nanni era stata lunga, di quelle che vi mangiano la carne addosso, e la roba della casa. Ogni volta che il medico spingeva il foglio di carta sul ginocchio, per scrivere la ricetta, compare Nanni gli guardava le mani con aria pietosa, e biascicava: – Almeno, vossignoria, scrivetela corta, per carità! – Il medico faceva il suo mestiere. Tutti a questo mondo fanno il loro mestiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.