L’assassino degli alberi. Una novella di Grazia Deledda


L’assassino degli alberi. Una novella di Grazia Deledda
Grazia Deledda, scritti in voce, ra...

 
 
00:00 / 20:55
 
1X
 

Messa in voce di Tonino Mesina

Vivevano una volta ad Orune, fierissimo villaggio sardo posto su un’alta montagna, e famoso per le sue inimicizie, due amici, uno povero e l’altro benestante.
Il povero si chiamava Martinu Selix, soprannominato “Archibusata”, forse perché usava moltissimo questa parola come intercalare. Del resto non pareva d’istinti feroci, e l’archibugio egli non poteva usarlo, perché era tanto povero da non potersene procurare uno col relativo porto d’arma. Faceva il contadino, seminava molto grano, era giovine, forte, di colorito acceso, con nerissimi occhi torvi e sospettosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.