Anima Velata. Poesie sparse di Maurizio Virdis


Messa in voce di Gaetano Marino

Quasi un gioco, ma non solo, di sentimenti giovanili celati nella poesia. Parole che danzano tra desiderio e dilettata fresca ambizione, stupore. Un piccolo omaggio al giogo della vita e per quel che poi verrà. O forse, chissà, un diritto alla leggiadria e un dovere per chi oramai ci sta, quaggiù, o da qualche altra parte; e s’ha da trascinare comunque, tra i solchi segnati dalle ruote ferrose, il carro di una vita. Ricordi e nostalgie. Speranza. Dunque, sia leggerezza e inganno velato di un’ultima menzogna, seppur s’attende, un po’ più in là per un’anima velata.

Le poesie
– L’ultima menzogna
– Brasilia
– Città
– Perceval
– Effetto Riflesso
– In media re
– Iterazione di una morte
– Che occasione…
– Orfeo
– Cruciverba d’amore
– Eros diadico
– Lai de l’ombra, oggetto -a
– Anima velata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.