Se una notte, storie dalle Storie di Erodoto. Quarta puntata


Se una notte, storie dalle Storie di Erodoto. Quarta puntata
dai un tuo giudizio

Sostieni Quarta Radio con una libera donazione

Traduzione di Patrizia Mureddu
Messa in voce di Gaetano Marino

QUARTA PUNTATA
Egitto, l’arte del desinare e della medicina. Le usanze funebri. L’arte dell’imbalsamazione, le sue tecniche e le differenti categorie sociali, precauzioni. Il defunto in pegno. Altri re egiziani: Sesostri e la fuga dal fuoco, il sacrificio; Ferone il re cieco, il presagio di salvezza d’una moglie infedele. La vera storia del rapimento di Elena.

Il testo delle Storie di Erodoto, forse poco noto al grande pubblico, si presta particolarmente per fare vivere a chi ascolta  l’esperienza di uno straordinario tuffo nel passato. Viaggiatore curioso ed instancabile, lo storico greco riporta il lettore (o l’ascoltatore) dei nostri giorni a confrontarsi con la condizione di scoperta e di magico incanto che accompagnava le sue peregrinazioni per il mondo allora conosciuto, descrivendo con vivacità usi, costumi, monumenti, animali, piante, leggende, dei numerosi paesi in cui – per un tempo più o meno lungo – si trovò a soggiornare.
Dalla Persia alle regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal mare d’Azov all’estremo nord-est costituito allora dall’ambiente inospitale delle steppe siberiane, possiamo vedere con i suoi occhi, per la prima volta, questo nostro mondo ormai fin troppo conosciuto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti, a metà tra realtà e fantasia.
Traduzione di Patrizia Mureddu. – adattamento e messa in voce di Gaetano Marino.
Una produzione Aula39 di Cagliari, in collaborazione con l’Università di Cagliari.

 SE UNA NOTTE - CAPITOLI
01CAPITOLO PRIMO
02CAPITOLO SECONDO
03CAPITOLO TERZO
04CAPITOLO QUARTO
05CAPITOLO QUINTO
06CAPITOLO SESTO
07CAPITOLO SETTIMO
08CAPITOLO OTTAVO
09CAPITOLO NONO (ULTIMO)

Sostieni Quarta Radio con una libera donazione

seguiciFacebookpinterestFacebookpinterestby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.