La dea Giaguaro, di Marcia Theophilo


condividi

la-dea-giagaro---

Un racconto di Marcia Theophilo (sito web)
Adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

Presentazione
Nel cuore della magica foresta, un bambino suona un flauto seduto su una pietra in riva al fiume: escono suoni che imitano il canto degli uccelli… La foresta, il mistero, l’origine della verità. Antro scuro, terra umida, grembo gravido di vita. Animali, piante, pietre e bambini la abitano; l’acqua scorre, il vento passa attraverso i rami e il soffio si trasforma in musica. Il creato pullula di vita e danza ascoltando le parole di una lingua dimenticata… Nella Grecia antica non vi era differenza: danza, musica e poesia confluivano naturalmente in un’unica arte. Nel teatro erano i danzatori scalzi al centro della skené che comunicavano con le divinità ctonie attraverso la metrica dei loro passi. Il senso profondo del teatro era il gioco e la sua massima espressione la danza. Marcia Theophilo ne “La Dea Giaguaro” fa propri i simboli ancestrali della ricerca della conoscenza e affida all’innocenza e alla purezza il compito di salvare il mondo. Lo fa recuperando il teatro come forma di narrazione, il flauto di Dioniso torna a risuonare nel cuore della foresta amazzonica portando nuova vita.
Elena Torre

I TRE RACCONTI
la-dea-giaguaro-50La dea Giaguaro
delfino_rosa-50Boto, il delfino rosa - Tauarì
alberi-flauto-50Alberi Flauto

Marcia Theophilo, poeta ed antropologa, è nata a Fortaleza in Brasile.
Rappresenta l’Unione Brasiliana di Scrittori in Italia.
Ha ricevuto numerosi premi internazionali.
È presente all’EXPO RIO DE JANEIRO, 9-31/giugno/2011, con il libro
AMA+ZONIA, Corpos da Natureza (foto di Fabian e poesie di Marcia
Theophilo, in italiano, portoghese e inglese).
Lectio magistralis al salone del Libro di Torino 2011, stand del Senato
della Repubblica sul tema “Natura e nuova economia”.
È testimonial dell’iniziativa “Per una Cultura della Biodiversità”, promossa
dalla Commissione Nazionale Italiana UNESCO nell’ambito della campagna
di educazione allo sviluppo sostenibile (DESS). Ha ricevuto da
Fulco Pratesi il “Panda” come testimonial biodiversità del WWF
Italia. Marcia Theophilo è candidata al premio Nobel.
maggiori informazioni: http://www.marciatheophilo.it/

sostieni Quarta Radio con una libera donazione 

seguiciFacebooktwitterFacebooktwitterby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *