Colloqui coi personaggi, di Luigi Pirandello – prima parte – guerra!


colloqui-personaggi-500

prima parte

adattamento e messa in voce di Gaetano Marino

sigla di Simon Balestrazzi

Colloqui coi personaggi – prima parte (1915)
In questa novella c’è un forte elemento autobiografico. Pirandello racconta che quando stava per scoppiare la 1 Guerra Mondiale, nel 1914 aveva messo un avviso per invitare tutti i suoi personaggi a non presentarsi più, a causa del grave momento che stava vivendo. Suo figlio, Stefano, stava per partire per la guerra.
Ma un personaggio viene lo stesso a trovarlo e gli dice che ai personaggi non importa nulla della guerra perché essi vivono in una realtà ideale, fuori dal tempo, in un universo parallello. Ai personaggi non importa nulla della guerra perché la guerra è solo un momento della storia che passerà. Allo stesso modo gli uccelli non ne sanno nulla e continuano a cantare e le rose a sbocciare. A Pirandello non resta che conversare con i suoi personaggi.

qui di sotto le sei novelle di Luigi Pirandello
per-grande-guerra-50pxColloqui coi personaggi
per-grande-guerra-50pxLa camera in attesa
per-grande-guerra-50pxFrammento di cronaca di Marco Leccio - 1 di 2
per-grande-guerra-50pxFrammento di cronaca di Marco Leccio - 2 di 2
per-grande-guerra-50pxQuando si comprende
per-grande-guerra-50pxJeri e oggi
per-grande-guerra-50pxBerecche e la guerra - 1 di 2
per-grande-guerra-50pxBerecche e la guerra - 2 di 2

con il sostegno della Fondazione di Sardegna
fondazione-di-sardegna-300

 

seguiciFacebookpinterestFacebookpinterestby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *