Grazia Deledda, Scritti in voce e altri Racconti


“Il contadino che parla il suo dialetto è padrone di tutta la sua realtà”. Così scriveva Pier Paolo Pasolini. Il progetto La lingua dei suoni indiscreti parte da questa riflessione e si avventura alla ricerca di una verità pura e semplice, quella dell’uso sulla scena della parola ibrida, sporca e perciò viva. Parola antica, ma contaminata, colorata o grigia, esuberante o ermetica, sempre carica di risonanze appartenenti ai luoghi d’origine. Parola che diventa suono quando abbandona l’astrattezza della pagina scritta nella lingua italiana ufficiale, per poi confrontarsi con le varianti sonore della lingua-dialetto di Sardegna: una vera orchestra sinfonica che imprime l’eco delle sue diversità timbriche e fonetiche anche quando, come accade nel nostro lavoro, decide di trasformarsi nell’italiano parlato. Ed è qui che ritorna una verità semplice, inconfondibile, e di grande impatto emotivo.

NOVELLE E RACCONTI - TITOLIMESSA IN VOCE
FAMIGLIE POVERECristiana Cocco
IL BAMBINO SMARRITOLilli Fois
PER LA SUA CREATURARoberta Perra
PADRE TOPESCaterina Scalas
PASQUACaterina Scalas
LA MORTE SCHERZARoberta Perra
IL MAGOGaetano Marino
AMORI MODERNIGaetano Marino
ANCORA MAGIEGaetano Marino
LE DUE GIUSTIZIECaterina Scalas
I PRIMI BACIRoberta Perra
LA REGINA DELLE TENEBREGaetano Marino
BONACCIAGaetano Marino
CINQUANTA CENTESIMIGaetano Marino
LO SPIRITO DELLA MADREGaetano Marino
LUNA DI SETTEMBREGaetano Marino
UNA CREATURA PIANGEGaetano Marino
IL VESTITO NUOVOGaetano Marino
IL MOSCONEGaetano Marino
CACCIA ALL'UOMOGaetano Marino
OCCHI CELESTIGaetano Marino
SCHERZI DI PRIMAVERAGaetano Marino
LA MADONNA DEL TOPOGaetano Marino
L'OSPITEGaetano Marino
LEONE O FAINAGaetano Marino
I DIAVOLI NEL QUARTIEREGaetano Marino
NOZZE D'OROGaetano Marino
LA TOMBA DELLA LEPREGaetano Marino
STORIA DI UNA COPERTAGaetano Marino
L'ANELLO DI PLATINOGaetano Marino
ELZEVIRO D'URGENZAGaetano Marino
LO STRACCIAIOLO DEL BOSCOGaetano Marino
IL TAPPETOGaetano Marino
LA CHIESA NUOVAGaetano Marino
LA GRAZIAGaetano Marino
NUMERIGaetano Marino
THEROSGaetano Marino
Il natale del consigliereGaetano Marino
Il vecchio Moisè e quella notte di NataleGaetano Marino
Il dono di NataleGaetano Marino
Comincia a nevicareGaetano Marino

Grazia Deledda, scrittrice, premio Nobel Letteratura. Una donna fuori dagli schemi, la cui unicità si ripercosse senza dubbio sui suoi scritti – cresciuti, maturati assieme a lei, abbandonando progressivamente una narrazione di sentimenti e personaggi descritti con poco spessore, fino a giungere ad opere inscindibili rispetto alla reale complessità umana della scrittrice.
L’opera della Deledda non cessò mai di essere profondamente legata alla sua terra, la Sardegna, ed in particolare all’area di Nuoro – di cui era originaria e dove visse sino al 1899, anno in cui si trasferì a Roma. Forse fu proprio questo suo legame con le tradizioni e la vita sarda a confondere i primi critici, che la bollarono come una verista, “degna scolara di Giovanni Verga” (il quale, peraltro, manifestava un grande apprezzamento per le opere della Deledda). L’autrice stessa, del resto, non si chiuse a tale possibilità, riconoscendo l’indole verista dei suoi scritti.

Sostieni Quarta Radio con una libera donazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.